Hotel Bassano del Grappa Hotel Bassano del Grappa Hotel Bassano del Grappa Hotel Bassano del Grappa Hotel Bassano del Grappa

Via Torino, 7 - 36061 Bassano del Grappa (VI)
Tel: +39 0424 228538 - Fax: +39 0424 227021
E: info@hotelbrennero.com

Home Territorio

Visita

Hotel Bassano del Grappa

Tempio Canoviano - Possagno

A pochi chilometri da Bassano del Grappa, alle pendici del monte Grappa, sorge la cittadina di Possagno, famosa per aver dato i natali all' artista Antonio Canova, che accoglie il visitatore con la stupenda visione della cupola e del pronao del Tempio Canoviano.

L'opera, interamente finanziata e progettata dallo stesso Canova, fu disegnata da Pietro Bosio con la supervisione dell'architetto Antonio Selva e venne dedicata alla Trinità.

L'imponente costruzione neoclassica è caratterizzata da 3 elementi ispiratori che richiamano altrettanti periodi storici: l'imponente colonnato dorico (non dissimile da quello del Partenone di Atene, a simbolo della civiltà greca), il corpo centrale (che richiama il Pantheon romano, a simbolo della civiltà latina) e l'abside in posizione elevata come d'uso nelle antiche basiliche cristiane (a simbolo della civiltà cristiana).

La volta interna, ripartita in sette file da 32 cassettoni ciascuna con rosone dorato al centro, custodisce alcune preziose opere d'arte: a destra dell'entrata si trova la tela di Luca Giordano "Altare di S. Francesco di Paola", nella nicchia di sinistra è presente la "Pietà in bronzo", realizzata da Bartolomeo Ferrari su modello in gesso di Canova, dietro l'altare maggiore è invece collocata la "Deposizione del Cristo dalla Croce", opera realizzata da un giovane Canova per la vecchia parrocchia cittadina e qui trasferita una volta ultimato il Tempio, infine nella nicchia di sinistra si trova la tomba in cui riposano Antonio Canova e il fratellastro Giovanni Battista Sartori, un autoritratto di Canova ed un ritratto del Sartori.
Varie metope canoviane arricchiscono le pareti laterali narrando scene tratte dall'antico testamento.

E' presente, infine, un organo a canne del 1900 attualmente posizionato dietro la pala dell'altare maggiore.

 

Immagine tratta da http://www.wikipedia.it. Tutti i diritti spettano all'autore dello scatto.